Bitume Photofest: la fotografia contemporanea a Lecce

Bitume PhotoFest / Pagina Fb Bitume PhotoFest / Pagina Fb

Per le strade di Lecce c’è sempre qualcosa di nuovo da scovare, sia esso un bellissimo balcone barocco che domina la strada, ti induce a sollevare il capo, a rallentare il passo, ed eventualmente bloccarlo, perché semplicemente ne vale la pena. Puoi incrociare un artista di strada, un’estemporanea d’arte, bancarelle d’artigianato e due giovani, come te, che hanno lì esposto prodotti fatti con le mani e nati da processi di fantasia, basta un tuo complimento per farli sorridere e prendere sempre più coscienza che sono bravi davvero.

Poi ci sono appuntamenti come Bitume Photofest che merita un approfondimento. Immaginare che a Lecce ci sia un’invasione di fotografia contemporanea, che vada ad assommarsi alle curiosità che prima hanno arrestato il tuo passo dal balcone barocco all’artista di strada, dalle bancarelle a una chiesa.

La scoperta della fotografia come arte la devo ad un’amica volata qualche anno fa in Australia per esplorare con il suo obiettivo orizzonti sempre più ampi e stimolanti. Sentivo di doverla citare un minimo, lei mi ha convinto di un fatto che già sapevo ma che non avevo mai approfondito o analizzato come tale: la fotografia è indagine, rende immortale un momento, trasmette emozione e può, con un’immagine, soppiantare mille parole.

Arriviamo al dunque, ciò di cui vogliamo parlare oggi è il Bitume Photofest, un festival ideato dall’associazione culturale Positivo Diretto, fondata a Lecce nel 2013. Dal 12 al 27 settembre 2014 Lecce apre le porte al primo festival urbano dedicato alla fotografia contemporanea nel Sud Italia.

Positivo Diretto organizza Bitume PhotoFest / Pagina Fb

Bitume Photofest è un’opportunità di condivisione urbana e collettiva della fotografia contemporanea, dove i momenti gratuiti di formazione e approfondimento sono un’occasione preziosa per animare nuove sinergie e confronti culturali tra autori noti e altri emergenti sul panorama internazionale e la città stessa.
Questo evento ha, dunque, la missione di contaminare le strade della città leccese con la fotografia, di aprire, nel cuore di Lecce, uno spaccato di contemporaneità in un contesto espositivo alternativo ai soliti, uno spazio fotografico aperto e fruibile per la comunità.

L’evento ospiterà alcuni dei maggiori protagonisti della fotografia contemporanea che hanno fatto delle esposizioni outdoor la loro cifra stilistica. L’invasione riguarda il tessuto storico urbano, a partire dai balconi di residenze storiche per finire con le facciate di abitazioni private.
Il centro cittadino e gli esercizi commerciali presenti saranno i “laboratori” creativi di artisti emergenti selezionati con open call.

Il festival propone anche un approfondimento storico sul patrimonio identitario della città con il recupero di archivi fotografici locali di grande valore e fascino. È il tema Street Memories che si propone di indagare il tessuto urbano come luogo di stratificazione culturale e antropologica, luogo in cui quotidianamente si snocciolano vite, racconti, memorie.

Street Memories, Bitume PhotoFest / Pagina Fb

Lo spazio del Cineporto di Lecce sarà, inoltre, lo spazio di riferimento nonché snodo culturale del progetto, qui si terranno le attività formative inserite nel programma del festival, il confronto con i professionisti del settore e la mostra d’archivio storica sul territorio salentino.
Il calendario formativo si presenta molto fitto e comprende workshop, seminari, convivi, presentazione di libri e serate culturali condite da buona musica.

Dallo spazio espositivo, di formazione e confronto del Cineporto di Lecce, il festival si diramerà per le vie del centro storico leccese portando tra la gente le suggestioni regalate dalla fotografia contemporanea e che cercano nella bellezza architettonica della città leccese il migliore contenitore.

Ma chi sta dietro questo bel festival? L’associazione culturale Positivo Diretto e i giovani professionisti, impegnati in diversi settori della cultura e delle arti visive, che ne fanno parte. L’associazione potremmo definirlo un cantiere di produzione e  promozione, un propulsore di attività che spaziano nel campo dell’arte contemporanea e del design, di pubblicazioni, esposizioni e dibattiti.

Work in progress, Bitume Photofest / Pagina Fb

Positivo Diretto ha, inoltre, condotto le selezioni di  25 giovani fotografi per partecipare al circuito espositivo di Bitume Photofest, con termine fissato allo scorso 31 maggio.
I nomi degli artisti selezionati per il Bitume Photofest tramite la Call for young artists sono già visibili online. Ci sono italiani da varie regioni d’Italia ma anche da Russia, Giappone e Svizzera.

Lecce e le sue realtà, tra associazioni e enti, hanno una vocazione sempre più internazionale. La cittadina appare pronta ad accogliere festival d’avanguardia per il volume di presenze turistiche che raggiunge ogni anno e l’esigenza indotta di rendere sempre più diversificato il palinsesto eventi e per una domanda che proviene direttamente dalle persone del luogo, i locals. Cresce da parte dei salentini l’interesse, la curiosità e molti sono parte attiva di un cambiamento che viene dal basso.
Questo lembo di terra è mare e sole, sì, ma è anche tanto altro: architettura, storia, buone pratiche, volano di cambiamento, luogo di sorprese, di innovazione, di “come back” ossia di ritorno alla terra, come cantano anche i Sud Sound System.
Tanti giovani salentini provano a ricreare qui una loro dimensione, trasportare nella propria terra ciò che di buono hanno appreso altrove, speriamo il loro tentativo non sia vano e, comunque vada, tentare è sempre un atto di coraggio.

Chi è Barbara

Scrivo per diletto, la curiosità guida la mia penna oltre alla voglia di scoprire e imparare sempre cose nuove. Racconto la mia terra, il Salento, che ogni giorno svela qualcosa di bello e sorprendente. Info: Facebook | Twitter | Google+ | Tutti i post scritti

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. OFFF, Otranto Film Fund Festival 2014

Leave a comment

Your email address will not be published.


*