La festa di santa Maria Maddalena a Melpignano

foto tratta da Wikipedia.org

Le origini del culto della Santa sono assai remote: già dalla seconda metà del Cinquecento, periodo in cui venne edificata la Cappella in suo onore. Nel 1661 la stessa venne abbellita e ricostruita per conto del Comune, a ricordo del miracolo ricevuto per intercessione della Santa durante l’epidemia di peste che si diffuse nel 1656, decimando, con migliaia di vittime, il Regno di Napoli, ma risparmiando “miracolosamente” la sola Provincia di Terra d’Otranto.

Nonostante gli oltre quattro secoli, la fede e la devozione dei melpignanesi è tuttora profonda e sentita verso Santa maria Maddalena, tant’è che anche quest’anno il programma civile e religioso si annuncia ricco di appuntamenti.

Il 21 luglio, vigilia della festa, dove il gran concerto bandistico “Città di Lecce”, diretto dal Maestro Paolo Addesso rallegrerà sin dalle prime ore del mattino il paese. Intorno alle 20.00 partirà, dall’omonima Cappella della Santa, la processione che porterà il simulacro della patrona assieme alla maestosa statua dall’altro protettore, San Giorgio Martire. Al termine della processione per la prima volta in assoluto a Melpignano vi sarà uno spettacolare fuoco piro-musicale  e, successivamente, avrà inizio la tradizionale Sagra dell’Anguria, durante la quale il comitato feste offrirà ai visitatori e turisti le gustosissime angurie, frutto per eccellenza dell’estate, da degustare in una piazza festosa e carica di devozione.
Il 22 luglio, giorno in cui ricorre la festa liturgica della Santa, i festeggiamenti saranno concentrati nelle vie principali del paese e nella spettacolare P.zza San Giorgio, addobbate dalle colorate e scintillanti luminarie della premiata ditta “Mariano Light” di Corigliano d’Otranto. Inoltre allieterà il giorno di festa i concerti bandistici di “Città di Racale” e “Città di Squinzano”, diretti rispettivamente dalla Maestra Grazia Donadeo e dal Maestro Rocco Lacanfora. La serata si concluderà con un grandioso fuoco pirotecnico che colorerà il cielo di Melpignano.
L’ultimo giorno di festeggiamenti, il 23 luglio, la serata sarà dedicata alle tipiche sonorità del gruppo musicale “Io, te e Puccia” che sin dalle ore 22.00 farà divertire gli spettatori, nella caratteristica Piazza San Giorgio.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.