Castro, la roccia sul mare

foto di Gabriele Zompì


IMG_20141029_155936Ha origini molto antiche, preromane: dai tempi dei Greci e poi dei Romani era una rocca fortificata.
Nel 682 Castro fu eretta a Diocesi ed intorno all’anno Mille fu istituita Contea.
Il vicino approdo, comodo e profondo, tutt’ora facilmente accessibile, rese Castro importante nel passato: tale approdo fu spesso utilizzato da pirati, che compirono qui diverse scorrerie (nel 1480 i Turchi la misero a sacco e poco dopo scoppiò la peste).
IMG_20141029_161046Nel ‘200 la locale fortezza era considerata d’importanza nazionale dagli Angioini. Nel 1537 e nel 1573 fu distrutta dai Turchi. L’attuale Castello fu costruito dai feudatari, i Gattinara, nel 1572, sui resti delle vècchie fortificazioni, con pianta quadrangolare con bastioni ai quattro spigoli; anche in seguito a danni provocati più volte dai Turchi, venne successivamente rafforzato essendo caduto in rovina, fu restaurato alla fine del ‘700. Resti delle fortificazioni sono ben visibili nel paesino, ricco di scorci pittoreschi tra stradine e piccole case. Interessante la Cattedrale (Castro fu sede vescovile sino al 1537), con resti di costruzione bizantina, e due portali romanici. Dal belvedere di una piazzetta, e da vari
punti tra le mura e le case, bellissimi panorami.
IMG_20141029_163130A 2 Km a Nord-Est da Castro vi è la Grotta Romanelli, scoperta alla fine del secolo scorso.
La costa attorno a Castro è ricca di belle grotte, tra i quali emerge la Zinzulusa, (da zinzulu, straccio, con allusione alle stalattiti pendenti); vivono al buio i pipistrelli ed una specie unica di gambero cieco che si nutre del loro sterco.
Interessante per la presenza di stalattiti e stalagmiti. La grotta fu frequentata nel Paleolitico superiore ed abitata nel Neolitico, Eneolitico e nell’Età del Bronzo.
IMG_20141029_163106Oggi Castro Marina in particolare si è rifatta la sua immagine in diversi punti, a cominciare dal rinnovato lungomare e dalle piazzette panoramiche che sovrastano il porticciolo. Ha decisamente un aspetto più moderno ed è dotata di servizi molto utili ai turisti, come il noleggio di scafi e canoe per esplorare la costa circostante in solitario o con guida. Bar, ristoranti e pizzerie offrono profumi e sapori salentini e un panorama spesso unico ed invitante, quasi tutti infatti sono prospicenti la costa e sembrano scolpiti nella roccia che li contiene e protegge dalle insidie del mare. Intorno a Catro poi non mancano zone assolutamente incontaminate e che sembrano essere rimaste incorrotte dalla presenza dell’uomo, si tratta di intere aree verdi interrotte di tanto in tanto da scenari semi-deserti fatti di piccola vegetazione e sassi che sembrano voler fuoriuscire dalla grande e contenitiva roccia a cui appartengono.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*