Paisiello e Politeama, ecco la nuova stagione teatrale

Foto di Gabriele Zompì

Foto di Gabriele Zompì

La compagnia teatrale Astragali, che cura il cartellone della stagione, propone da ottobre a dicembre spettacoli di asoluto valore artistico e culturale. Solo per citarne alcuni:  il Granteatrino Casa di Pulcinella di Bari e lo spettacolo “II viaggio di Luna” darà spazio alle narrazioni magiche di narratori emergenti pugliesi; grazie al lavoro di rivisitazione del gotico e fantastico mondo della scrittrice Angela Carter ad opera della compagnia Accademia Amiata Mutamenti di Grosseto lo spettacolo “La camera di sangue” sarà un vero e proprio tuffo nei più reconditi aspetti della psicologia femminile.

IMG_20140826_143858

Foto di Gabriele Zompì

E  poi ancora per i più piccoli “Le storie di lupo” di Astràgali Teatro, uno spettacolo in cui il lupo cattivo torna ad essere un normale animale selvaggio dotato di una propria saggezza, e “Róma! Suoni, parole, tamburi della cultura Rom”, una coproduzione di Astragali Teatro e Mascarimirì per un viaggio alla scoperta dell’Altro attraverso i canti della tradizione Rom. Atir Teatro Ringhiera di Milano con lo spettacolo “Eros e Tanatos” porterà in scena umano ed eterno, effimero ed immanente, la morte di un amico e l’urlo terribile di Achille di fronte alla morte di Patroclo, perché è nella rilettura dei classici che si stabilisce il giusto rapporto tra l’Uomo e Dio.

Foto di Gabriele Zompì

Foto di Gabriele Zompì

E a dicembre il gran finale con un evento unico “La parole soufflée”, con il quale Antonio De Luca e Fabio Tolledi daranno materia al suono e parola alle armonie.Tre magici appuntamenti per i più piccoli e cinque spettacoli di ricerca per i più grandi.
Ma la Lecce del teatro non è solo Paisiello, è anche Politeama. Un altro fiore all’occhiello della città salentina invidiato nel mondo. Il programma di quest’anno prevede undici serate di proposte allettanti e con protagonisti di altissimo livello. Si parte con Luigi De Filippo, che presenta “La lettera di mammà”, un grande classico della napoletanità ereditato da papa Peppino e rappresentato per la prima volta a Napoli nel 1933,il 30 novembre. Seguiranno, il 10 gennaio, Gabriele Cirilli con “Tale e quale… a me”;

Bianca Guaccero e Sergio Assisi, il 21 gennaio, con “Oggi sto da dio”; Teresa Mannino nel monologo dal titolo “Sono nata il i ventitré”, in scena il 4 febbraio; Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta, con “Mi piaci perché sei così”, il 3 marzo. E poi il 10 marzo, “Cinecittà” con Christian De Sica, seguito poi il 1° aprile da “Sogni e bisogni”, con Vincenzo Salemme. Per quanto riguarda la danza, si parte il 5 gennaio con Giselle, del balletto di Mosca “La Classique”; l’8 febbraio, è la volta di “Carmen” e “Carmena Burana”, proposti dalla compagnia di Raffaele Paganini. Il 29 marzo, “Puzzle” della Kataklò Athletic DanceTheatre. L’ultimo spettacolo della stagione sarà il 18 aprile con “Electricity” dell’Evolution Dance Theater.
Insomma c’è tanto da vedere e tanto da divertirsi nelle serate autunnali e invernali leccesi, tutte riscaldate dalla passione e dall’amore per un’antica arte: il teatro.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*