L’ antica fiera di santa Lucia a Lecce

A Lecce questa fiera si svolgeva anticamente nella chiesetta ipogea dedicata a S.Lucia, ormai sepolta sotto le macerie del palazzo sovrastante. Nella fiera si vendeva tutto quello che occorreva per costruire il presepe, ma soprattutto figure presepiali in terracotta ed anche in cartapesta. Per molti anni questa manifestazione si è tenuta nelle vie del centro di Lecce, con bancarelle che vendevano un po’ di tutto.

IMG_20140104_145745Da qualche tempo ad ospitarla è una sede particolarmente prestigiosa, ossia il piano superiore dell’ex convento dei Teatini, struttura di pregio storico e architettonico, situata lungo la principale via cittadina (via Vittorio Emanuele). Alla fiera possono partecipare solo coloro che propongono al pubblico dei manufatti con determinate caratteristiche, in linea con la tradizione:figure presepiali in cartapesta; figure presepiali in terracotta; presepi completi e accessori per presepe (casette, alberelli ecc.) oggettistica natalizia.
Anche nella categoria “oggettistica” possono essere esposti soltanto manufatti interamente artigianali di ispirazione natalizia, realizzati con le tecniche e i materiali tipici dell’artigianato salentino. Non è consentito esporre oggetti assemblati con parti prodotte industrialmente, così come anche i presepi completi o gli accessori per presepe devono essere realizzati manualmente in tutte le loro parti.
In linea di massima i partecipanti sono sempre un centinaio (105 in questa edizione) suddivisi tra le categorie suddette. Alcuni di essi sono professionisti, altri si dedicano alle attività artigianali per hobby, realizzando nonostante ciò manufatti di particolare pregio.

foto di Gabriele Zompì

foto di Gabriele Zompì

Ma la fiera non è l’unico evento che esalta l’artigianato e i manufatti del presepe leccese. Parallelamente la tradizione presepistica verrà valorizzata anche in occasione della XIV Mostra del Presepio organizzata dall’Ass.ne Italiana Amici del presepio sez. di Lecce, che si terrà dal 20 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015. Nella suggestiva cornice di Palazzo Turrisi, nel cuore del centro storico, verranno esposti presepi artistici provenienti non solo dal Salento, ma anche da altre regioni.

E poi nel Museo della Cartapesta, ubicato nel castello Carlo V si potranno ammirare le opere dei maestri della cartapesta dalla fine del 1700 ai giorni nostri, come Guacci, Gallucci, Surgente, Caretta, Capoccia, Errico, Mazzeo, Indino e Malecore. Mentre dal 25 dicembre al 6 gennaio si svolgerà l’iniziativa “Le città dei Presepi”, itinerario tra i presepi del Salento, artistici e viventi.

Nell’ Anfiteatro di piazza sant’Oronzo verrà allestito, come di consueto, un presepe artistico con un’ambientazione che richiama il paesaggio salentino.
Non mancano dunque le occasione per conoscere l’antichissima tradizione presepiale salentina, che nulla ha da invidiare alla ben più nota tradizione napoletana. Sono arti e culture diverse, ma accomunate da un grande messaggio e da un unico spirito, quello del Natale.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*