“Dignità autonome di prostituzione”, il teatro alla mercè del pubblico

L’ultimo in ordine di tempo è il progetto legato alla kermesse teatrale dal titolo “Dignità autonome di prostituzione”; lo spettacolo di Luciano Melchionna dal format di Betta Cianchini e Luciano Melchionna sarà in scena al Teatro Paisiello dal 29 aprile al 2 maggio (ore 21) e 3 maggio (ore 18.30). La “Casa chiusa” dell’Arte, dove gli attori – come prostitute – sono alla mercé dello spettatore.

Foto di Gabriele Zompì

Foto di Gabriele Zompì

Rigorosamente in vestaglia o giacca da camera, adescano e si lasciano abbordare dai clienti/spettatori che, muniti di ‘dollarini’ – il denaro del bordello -, contrattano il prezzo delle singole prestazioni con una “Strana Famiglia” tenutaria della Casa. Conclusa la trattativa, il ‘cliente’ – uno, due o piccoli e grandi gruppi – si apparta con l’attore scelto in un luogo deputato dove fruirà di una o più ‘pillole di Piacere’: monologhi o performances del teatro classico e contemporaneo, atti ad emozionare, far riflettere e divertire lo spettatore, in ‘uno stupore nuovamente sollecitato’.
dignità autonome di prostituzioneI giovani universitari sono invitati a “spiare” dietro le quinte il lavoro preparatorio degli attori, seguirne le orme e copiarne i gesti e le battute, il tutto come “tirocinio” per l’apprendimento di una delle arti più antiche e nobili dell’uomo: la teatralità.
“Palchetti Laterali” è un progetto di ricerca ideato da Maria Chiara Provenzano con la supervisione scientifica del professor Ettore Catalano, ordinario di Letteratura Italiana all’Ateneo salentino.

È un ciclo di incontri, iniziato lo scorso semestre, che mira a «incrementare la conoscenza delle teatro, dei suoi codici e della sua storia, per risvegliare uno sguardo critico da parte di un pubblico giovane e per avvicinare gli studenti anche alla pratica teatrale». Iniziativa sicuramente meritevole di nota e di indubbio valore culturale. L’auspicio è che non rimanga un caso isolato, ma diventi una proposta da ripetere e rinnovare ogni anno.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*