Connessione più veloce nel Salento, futuro più vicino

Nella città salentina – la prima ad essere interessata dal programma di cablaggio – l’intervento prevede la posa di 41 chilometri totali di cavi in fibra ottica, di cui circa 30 utilizzando infrastrutture già esistenti e 11 chilometri mediante tecniche di scavo non invasive e a basso impatto ambientale, per collegare 53 armadi stradali alle rispettive centrali. In questo modo sarà predisposta un’infrastruttura ultrabroadband che potrà consentire collegamenti con velocità a partire da 30 Megabit al secondo per 12.000 unità immobiliari, per una popolazione complessiva di circa 19.000 abitanti (pari al 90% dei residenti); ben 19 sedi della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale saranno raggiunte direttamente con fibra a 100 Megabit al secondo.

foto e video dinamic maxi 3033

foto di Gabriele Zompì

A Gallipoli i lavori inizieranno a giugno e saranno conclusi entro dicembre 2015.
I comuni pugliesi interessati dal progetto sono venti, tra i quali Alberobello, Altamura, Conversano, Laterza, Massafra, Noicattaro, Parabita, Triggiano e Valenzano.
E’ un’iniziativa che sicuramente permetterà alla Puglia di essere competitiva anche a livello tecnologico con altre regioni italiane già da tempo fornite di linee telefoniche a banda ultralarga e con connessioni internet veloci e gratuite, soprattutto nei centri delle grandi città.

foto di Gabriele Zompì

foto di Gabriele Zompì

Ciò permette di offrire alla popolazione nuovi modelli di consumo, di produzione, di vendita, per imprese sempre più competitive; servizi migliori e una burocrazia più efficiente per amministrazioni più vicine ai cittadini; piattaforme e strumenti di e-learning per scuole e Università all’ avanguardia; procedimenti più agili, snelli e tempi d’attesa ridotti per servizi sanitari capaci di rispondere prontamente ai bisogni del malato.

Gallipoli dunque fa da apripista ad un progetto che vede l’impegno non solo di aziende telefoniche ma anche di maestranze dell’indotto che sicuramente beneficeranno di tutta l’operazione. Un nuovo traguardo per la cittadina ionica che la proietta verso il futuro, convinta delle sue capacità e del proprio potenziale di sviluppo.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*