Pizzica in Festa – Sagra dei Sapori Salentini a Sternatìa

Pizzica in Festa, Sagra dei Sapori Salentini giunge alla XVII edizione: quest’anno l’appuntamento è dal 22 al 24 Aprile, dalle ore 20:30 presso la Villa Comunale di Sternatìa.

Sternatìa è un paese in cui sono ancora forti le tracce della cultura greca e dove la volontà di mantenere vivi i legami con la tradizione è ancora molto forte e sentita, sia nelle occasioni culturali che nella quotidianità: non è raro infatti sentir parlare in griko.

La rassegna senza fini di lucro, è organizzata come sempre dalla Pro Loco di Sternatìa per promuovere e valorizzare le tipicità artistiche, culturali e gastronomiche della Grecìa Salentina e del Salento.

Nel corso delle tre serate potrete degustare molte delle specialità della Grecìa Salentina e del Salento in genere: la bruschetta “pizzicata”, il tipico piatto “aspri-ce-mavri” (letteralmente “bianca e nera” ossia una coppia di frise, una di grano duro con pomodori, origano e rucola ed una d’orzo condita con pomodorini schiacciati e peperoni), i plammi  (una variante di pane con le olive, condita con cipolla, olio e peperoncino), i souvlaki (una variante degli spiedini della tradizione greca), le famose pittule, il pasticciotto e tanto altro.

 

Ad allietare la manifestazione ci saranno vari gruppi che proporranno la tradizionale e coinvolgente musica della pizzica salentina:

Venerdì 22 luglio:  i festeggiamenti saranno aperti alle 21.30 da i Ritmo Binario, seguiti da I Scianari che faranno scatenare il pubblico al ritmo della musica salentina.

Sabato 23 luglio: alle 21.30 saliranno sul palco i Criamu e a seguire i Briganti di Terra d’Otranto.

Domenica 24 luglio: la manifestazione sarà chiusa dalla Compagnia Aria Corte, gruppo di musica etno/popolare pugliese e alle 23.30 dalla musica dei Tammurria.

 

L’ingresso è ovviamente gratuito e una volta conclusa la musica dal vivo, partiranno le ronde spontanee fino a notte fonda, con l’esibizione di tamburellisti e musicisti amanti della pizzica e lo spettacolo danzante delle tarantate.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*