Tramonto a San Mauro 2014

Rupi di San Mauro / Pagina Fb Metoxe Rupi di San Mauro / Pagina Fb Metoxe

Giunge anche quest’anno l’appuntamento “Tramonto a San Mauro”, alla seconda edizione. L’evento organizzato dall’associazione Metoxè nella suggestiva atmosfera del luogo, crogiuolo di arte bizantina e grande bellezza, avrà come ospiti d’eccezione i Radiodervish e i Rafqu.

Sulla collina, lungo la strada provinciale Sannicola-Lido Conchiglie, sorge l’area SIC Rupi di San Mauro con l’antica chiesetta, ciò che resta del complesso Abbazia di San Mauro. Il monumento, tra i più importanti dell’arte bizantina in Puglia, è stato interessato di recente da lavori di restauro interni con il recupero del ciclo degli affreschi ed esterni  con il consolidamento della struttura.
L’evento, fissato quest’anno il 17 agosto, ha lo scopo di promuovere e valorizzare la conoscenza dell’arte bizantina, aumentare la sensibilità e il rispetto del paesaggio naturale attraverso attività culturali, ha l’obiettivo di imporsi come importante evento attrattore del SAC Salento di mare e di pietra, progetto bandiera della Regione Puglia di cui Sannicola è Comune capofila.

L’altura presterà un palcoscenico naturale e privilegiato all’evento, dalla collina, come dall’Olimpo, la musica domina e si diffonde sul paesaggio circostante; la spensieratezza musicale si confonderà con attimi di riflessione sulla drammatica situazione che sta colpendo il territorio della Striscia di Gaza. E proprio il cantante dei Radiodervish, Nabil Salameh, ha origini palestinesi, il gruppo ha spesso prestato attenzione alla precaria condizione della piccola zona bagnata dal Mar Mediterraneo afflitta dai contrasti tra arabi ed ebrei e dalle troppe vittime innocenti, tra cui tantissime donne e bambini.

L’impegno musicale dell’iniziativa sarà affiancato dalla presenza importante dell’ambasciatore palestinese Mai Alkaila con una delegazione, a questo patrocinio si unisce quello dell’ambasciata slovena, dell’Associazione pugliesi nel Mondo, dell’Università del Salento, del Centro Ellenico di cultura di Milano, oltre al sostegno del Comune e della Regione. Un accorato no contro le brutture e ogni qualsiasi negazione dei diritti basilari dell’uomo.
Metoxè, l’associazione organizzatrice dell’evento, si occupa di promozione culturale e ludico sportiva, di valorizzazione del territorio, di progetti di solidarietà sociale.

Tramonto a San Mauro 2014 / Pagina Fb Metoxe

Oltre al “Tramonto a San Mauro”, la location suggestiva Rupi di San Mauro ha ospitato nel 2012  l’Alba in jazz, evento clou dei “Percorsi d’estate” che ebbe il privilegio di ospitare come artista protagonista dell’Alba, Giuliano Sangiorgi accompagnato da altri musicisti di rilievo del panorama jazz Raffaele Casarano, Marco Bardoscia, Marcello Nisi, William Greco, Alessandro Monteduro, Vertere String 4tet.

Come detto il Parco della Montagna Spaccata e Rupi di San Mauro è un sito di interesse comunitario, SIC (qui tutti i siti di interesse comunitario della Puglia).
La piccola chiesetta, con campanile a vela, domina incontrastata il magnifico paesaggio rurale conosciuto come Orthólithon, ossia “rupe dritta”, luogo dove alcuni monaci basiliani si insediarono e nascosero durante il periodo della lotta iconoclasta. Le innumerevoli grotte presenti nel circondario della chiesa di San Mauro hanno rappresentato un sicuro riparo per i monaci.
A certificare la prosperità dell’abbazia concorrono alcune pergamene datate tra il 1149 (anno al quale risale anche la fonte più antica, una pergamena in lingua greca) e il 1331, nelle quali sono state registrate ingenti donazioni da parte dei fedeli. L’importanza del sito fu tale da poter fornire un supporto alle altre piccole comunità basiliane dei comuni vicini. I monaci, inoltre, erano molto eruditi e questo conferì grande prestigio al luogo, ergendolo a centro culturale tra i più importanti del Salento insieme al monastero di San Nicola di Casole ad Otranto.

Chi è Barbara

Scrivo per diletto, la curiosità guida la mia penna oltre alla voglia di scoprire e imparare sempre cose nuove. Racconto la mia terra, il Salento, che ogni giorno svela qualcosa di bello e sorprendente. Info: Facebook | Twitter | Google+ | Tutti i post scritti

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Questa Reggia non è un albergo! Quinta edizione

Leave a comment

Your email address will not be published.


*