Raffaele Casarano e Locomotive Jazz Quartet alla Mostra del Cinema di Venezia

Raffaele Casarano al sax / pagina Fb Raffaele Casarano Raffaele Casarano al sax / pagina Fb Raffaele Casarano

Un giovane sassofonista salentino non troppo giovane se si pensa ai risultati raggiunti, tra questi l’ultimo ossia la partecipazione alla preapertura della 71ma Mostra del Cinema di Venezia, in programma oggi 26 agosto.

Raffaele  Casarano e il suo Locomotive Jazz Quartet si esibiranno accompagnando la proiezione della versione restaurata di “Maciste alpino” (1916, 97′) di Luigi Maggi e Luigi Romano Borgnetto e con Bartolomeo Pagano nel ruolo di Maciste. La proiezione è in programma alle 20.15 al Lido di Venezia, alla Sala Darsena (Palazzo del Cinema) anch’essa completamente rinnovata e ampliata da 1300 a 1409 posti.
La ricostruzione e il restauro digitale della versione originale della pellicola sono avvenuti in concomitanza con il Centenario della Grande Guerra e sono stati realizzati dalla Biennale di Venezia in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino, presso il Laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna.

Film Maciste alpino restaurato / Pagina Fb Raffaele Casarano

“Maciste alpino” è ritenuto il miglior film di propaganda bellica prodotto in Italia nel corso della Prima guerra mondiale, un primato guadagnato anche ma non solo per la simpatia dell’interprete.
La trama del film racconta la storia di Maciste e della sua troupe che, il 24 maggio 1915, sta per girare in un paesino di confine sulle Dolomiti. L’annuncio dell’entrata in Guerra sarà motivo di entusiasmo al punto che Maciste & co saranno fatti prigionieri insieme ad altri  italiani e minacciati di deportazione. Maciste, però, non demorde: affronterà la situazione battendo gli austriaci, liberando i compagni e vestendo la divisa di alpino, nonostante i problemi di taglia per il corpo possente.

L’accompagnamento musicale e dal vivo del jazzista Raffaele Casarano e del suo quartetto Locomotive è stato definito dallo stesso musicista “una sorta di ‘Jazz Suite’ tra musica scritta e musica improvvisata”. I musicisti potranno dare una libera interpretazione del momento, ricostruendo un viaggio dove la musica non fa altro che ‘raccontare’ emotivamente le immagini e gli stati d’animo.
La scelta di affidare l’esecuzione delle musiche al quartetto salentino è stata fatta dal direttore della Biennale Musica, il compositore leccese Ivan Fedele, anche direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica Tito Schipa di Lecce.
Il Locomotive Quartet è formato, oltre che da Casarano (alto e soprano sax, live electronics), da Mirko Signorile (piano), Marco Bardoscia (contrabbasso, live electronics) e Marcello Nisi  (batteria).
Sono ancora vivide nella memoria le suggestioni regalate dal Locomotive Jazz Festival, rassegna jazz itinerante di cui il sassofonista salentino è creatore. Il concerto all’alba a Tricase Porto, con la presenza della bravissima Paola Turci, ha chiuso la rassegna di quest’anno con grande successo oltre allo stupore e alla gioia dei presenti.

Raffaele Casarano all’Alba in jazz 2014 con Paola Turci /Pagina Fb Raffaele Casarano

Per assistere gratuitamente alla proiezione nella nuova Sala Darsena di “Maciste Alpino”, il pubblico interessato potrà ritirare l’invito a Ca’ Giustinian (San Marco 1364/A) o al Lido (Bar Al Leone d’oro, angolo Palazzo del Cinema lato via Candia) fino a martedì 26 agosto (orari 10.00-13.00 e 15.00-19.00) semplicemente presentando i coupon pubblicati da venerdì 22 agosto a lunedì 25 agosto su “Il Gazzettino” o “La Nuova di Venezia e Mestre”, oppure seguendo le indicazioni pubblicate sul “Corriere del Veneto” da venerdì 22 agosto a martedì 26 agosto.

Dopo Venezia l’iter di Raffaele Casarano non finisce qui. Giovedì 28 agosto, il musicista salentino, insieme a Boris Savoldelli e a Marco Bardoscia, sarà ospite al Ravello Festival dove il trio presenterà il progetto jazz dedicato ai Pink Floyd e intitolato “The great Jazz Gig in the Sky”.

Chi è Barbara

Scrivo per diletto, la curiosità guida la mia penna oltre alla voglia di scoprire e imparare sempre cose nuove. Racconto la mia terra, il Salento, che ogni giorno svela qualcosa di bello e sorprendente. Info: Facebook | Twitter | Google+ | Tutti i post scritti

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.