Stagione teatrale 2015 al Paisiello (e non solo)

Il primo spettacolo in programma è stato lo scorso 11 febbraio con L’Onorevole, di Sciascia. A seguire venerdì 27 febbraio L’HO FATTO PER IL MIO PAESE per la regia di Daniele Sala con Lucia Vasini e Antonio Cornacchione che porta in scena “un donchisciotte sempre comicamente in lotta con gli spigoli della vita, senza soldi, con la disdetta dell’affitto in una tasca e la lettera di fine rapporto di lavoro nell’altra, artefice di un gesto folle e disperato: rapisce il Ministro che ha deciso il provvedimento e lo nasconde in cantina. Lo fa per sé, per la sua pensione ma soprattutto lo fa per il suo paese.” come ci racconta Francesco Freyrie, autore insieme ad Andrea Zalone e allo stesso Cornacchione del testo. Venerdì 13 marzo sarà la volta di uno spettacolo sui generis dedicato al frutto della vite: DI VINO, DI POESIA, DI VIRTÙ – Spettacolo di teatro-canzone dedicato al vino con Pietro Naglieri e Masha Valentino come voci recitanti, Antonio Tuzza voce e chitarra, Francesco Anecchino alla batteria e percussioni e Pierpaolo Martino al Contrabbasso. Un elogio allo straordinario potere evocativo e creativo del vino tramite gli scritti di Baudelaire, Bukowski, Gaber, KKerouak, Neruda e le musiche di Carosone, Mannarino, Capossela, Ciampi e molti altri. L’Officina Orsi presenta (fuori abbonamento) dal 14 al 18 marzo presso il Castello Carlo V 12 PAROLE 7 PENTIMENTI Installazione teatrale di liquide parole, direzione e concetto di Rubidori Manshaft Alla base di 12parole7pentimenti c’è un lavoro di ricerca che ha portato l’artista a raccogliere, dialoghi carpiti in molteplici situazioni pubbliche e private. Ore e ore di registrazioni. Un’enciclopedia di stralci di dialoghi le cui estrapolazioni andranno a raccontare delle storie. “La scelta dei temi (amore, morte, sesso, denaro) è giunta solo a posteriori. Dalla constatazione che nelle migliaia di ore di registrazioni raccolte, i tempi portanti del vissuto, si riassumevano prepotentemente su queste scelte”. Dal montaggio di tanti piccoli stralci nasce la traccia/tema. Un ascolto singolo in cuffia, comodo e raccolto: un ascolto privato, l’ascolto di noi stessi. Un “the end” per ogni traccia, scritto dall’autrice Roberta Dori Puddu e letti, solo questa volta, da attori.

foto di Gabriele Zompì

foto di Gabriele Zompì

Martedì 24 e mercoledì 25 marzo (ancora fuori abbonamento) un classico shakespeariano tradotto e adattato da Francesco Niccolini: LA BISBETICA DOMATA, messa in scena dalla Compagnia Factory di Tonio De Nitto che ritorna ad affrontare Shakespeare insistendo ancora una volta su una lettura corale e visionaria dove la musica e la rima concorrono a restituirci una sorta di opera buffa, caustica e comicamente nera. Caterina l’inadeguata, la non allineata è la pazza del villaggio. Dietro di lei, spigolosa ma pura e vera, un mondo di mercimoni, di padri calcolatori, di figlie in vendita, di capricci lontani dall’amore, di burattinai e burattini non destinati a vivere l’amore, ma a contrattualizzarlo. La stagione si chiude con il ritorno, per il terzo anno consecutivo di: DIGNITÀ AUTONOME DI PROSTITUZIONE (fuori abbonamento) lo spettacolo di Luciano Melchionna, dal format di Betta Cianchini e Luciano Melchionna. dal 29 al 2 maggio (h 21.00) e 3 maggio (18.30) La “Casa chiusa” dell’Arte, dove gli attori – come prostitute – sono alla mercé dello spettatore; adescano e si lasciano abbordare dai clienti/spettatori che, muniti di ‘dollarini’ contrattano il prezzo delle singole prestazioni con una ‘Strana Famiglia’ tenutaria della Casa. Conclusa la trattativa, il ‘cliente’ si apparta con l’attore scelto in un luogo deputato dove fruirà di una o più ‘pillole di Piacere’: monologhi o performances del teatro classico e contemporaneo, un metodo stupefacente sollecitato dalle parole: “Mi paghi prima. E anche dopo, se ti è piaciuto.”.

Foto di Gabriele Zompì

Foto di Gabriele Zompì

IMPROVVIVA Dal primo febbraio inizia IMPROVVIVA- Rassegna Nazionale di Improvvisazione Teatrale 5° edizione a cura di Improvvisart. Domenica 1 marzo l’appuntamento è con IMPROSHOW MUSICALE, il format è il sogno perfetto di ogni spettatore: Attori e Musicisti saranno i protagonisti di storie mai viste e assolutamente improvvisate, storie comiche, surreali, quotidiane, poetiche, musicali, che nascono solo da un piccolo spunto e dalla magia della musica capace di influenzare le atmosfere e i ritmi di ogni improvvisazione. CATCH IMPRO’ Arriva dalla Francia, dalla fantasia di Inédit Théâtre venerdì 10 aprile: due attori contro due che si affrontano a colpi di sketch comici all’interno di un ring, un master crudele che propone giochi di improvvisazione oltre ogni limite, con la complicità del pubblico. Una sola equipe si aggiudicherà la vittoria finale e il titolo di campioni. Domenica 10 maggio l’appuntamento è con HAROLD, ovvero con magia, improvvisazione, istinto. Uno spettacolo di un’ora che sa stupire ed emozionare e nasce da una sola parola, assegnata dal pubblico. Storie, monologhi, associazioni di idee esplicite o personali prenderanno forma seguendo il filo sottile dei diversi significati del tema scelto per lo spettacolo. Un’atmosfera suggestiva, che sa alternare momenti riflessivi e interiori a fasi di gioco tra gli attori. Harold è lo spettacolo di improvvisazione teatrale allo stato puro, senza gare nè schemi, che nasce dalla sensibilità degli attori in scena guidati sul palco esclusivamente dal proprio istinto. È un’esclusiva regionale per Lecce. E poi c’è il teatro a 99centesimi che il 28 febbraio propone NAPOLI ED EDUARDO, TRA POESIA E DOLCI MELODIE. Si prosegue con i tre appuntamenti di marzo: il 5 con VOCCAVERTA , LA VERA STORIA DI SAN GIUSEPPE DA COPERTINO della Compagnia Thalassia, il 28 in scena CHERCHEZ LA FEMME e il 31 MATTEO 19,14 di Fabio Vasco. Si conclude con l’appuntamento del 23 maggio dell’associazione Culturale Aretè, LA SERVA PADRONA. Per conoscere tutte le altre proposte e gli orari, i costi del biglietto e degli abbonamenti si può consultare il sito www.teatropubblicopugliese.it

Leave a comment

Your email address will not be published.


*