La costa mozzafiato di Torre Lapillo (Porto Cesareo)

Frazione del comune di Porto Cesareo (e precedentemente di Nardò), Torre Lapillo si discosta di qualche chilometro dal centro principale, restando però lungo la costa ed offrendo lo stesso tipo di spiagge bianchissime e mare cristallino, ma con una tranquillità relativamente maggiore.

L’arenile della spiaggia è lunghissimo e non vede fine, il panorama garantito è da isole del Pacifico, così come il mare. L’ideale quindi per una vacanza all’insegna del relax totale sulla costa, tra ombrellone e materassino.

Il paesino d’inverno è frequentato per lo più da pescatori che si sono stanziati nella zona, d’estate si trasforma in uno stupendo luogo di attrazione turistica.

Il nome di Torre Lapillo deriva dalla torre costiera che sovrasta il paese. Una delle più antiche (datata 1568), delle più grandi e delle meglio conservate. Si pensa che la sua origine sia stata voluta da re Carlo V in persona per difendere le zone circostanti dalle invasioni dei saraceni. Un altro nome della torre e quello di “Torre di San Tommaso”, ed è di recente restauro, presentandosi in tutta la sua maestosità. Alta 17 metri e larga 16, subito intorno ad essa la costa è già bassa e sabbiosa, facendo da risalto per i tanti stabilimenti balneari vicini. I lidi, poi, durante la notte diventano dei veri e propri locali e disco-pub, con cui trascorrere serate fantastiche assieme agli amici, tra chiacchiere e balli fino alle prime luci dell’alba.

Accanto ai lidi, per chi volesse, esistono anche alcune zone consistenti di spiaggia libera, solitamente prescelti da quei turisti che hanno deciso di affittare un appartamento nella zona. Saltuariamente, sono presenti anche dei tratti di costa rocciosa.

Dunque una scelta ampia e variegata, che sta soltanto ai gusti del turista e del visitatore. Ciò che rimane senza cambiare mai è l’assoluta limpidezza dell’acqua.

Una sola nota stonata: attenzione assoluta nell’attraversare la strada tra le abitazioni e la costa. La Porto Cesareo – Torre Lapillo, infatti, è purtroppo ancora scoperta da ogni tipo di messa in sicurezza e non sono mancati più episodi anche tragici teatro di alcuni gravi incidenti.

Chi è Fabio

Appassionato di scrittura e amante del Salento e delle sue mille sfaccettature! Info: Sito | Google+ | Tutti i post scritti

Leave a comment

Your email address will not be published.


*