La Riserva naturale di Torre Guaceto

La Riserva naturale statale Torre Guaceto è sulla costa adriatica del Salento, nel territorio brindisino di Carovigno. Si presenta come un rettangolo “protetto”, diviso in due parti dalla strada statale 379, esteso per 1200 ettari e con una costa di 8 km.

Sono sempre visitabili, h 24, i vari ambienti che, come pregiati pezzi di mosaico, finiscono col dar vita ad uno spettacolo più uniche che raro. Si alternano, infatti, dune costiere alte anche 15 metri con zone ricoperte dalla rigogliosa vegetazione mediterranea; le aree agricole (abitate da maestosi ulivi secolari e muretti a secco) con gli ambienti umidi e la loro particolare fauna e flora; ancora, la costa bassa e rocciosa con quella sabbiosa, i cui fondali ospitano la prateria di Posidonia oceanica e il Coralligeno.

Tra le specie faunistiche d’interesse, segnaliamo: le rondini, vari tipi di uccelli (l’usignolo di fiume, gli aironi, il porciglione, il pendolino, il tarabuso) e di serpenti innocui (il cervone e il colubro leopardino).

Variegata e ricca è la flora: il finocchio marino, il limonio pugliese, la salicornia, gli arbusti sempreverdi, la gariga, il lentisco, l’asparago pungente, il timo, il rosmarino, il mirto, la cannuccia e la campanella.

Numerose le attività organizzate all’interno della Riserva: il seawatching (escursione dei fondali) nel periodo estivo; escursioni (passeggiate di circa 2 ore); ciclotrekking e varie attività didattiche.

Chi è Roberta

Creativa, entusiasta, cerco di dare un'impronta personale a tutto quello che faccio. Perciò, quando scrivo di viaggi nel Salento e Puglia, provo a far venire fuori l'anima di questa terra. Svolgo anche attività giornalistica e di docenza in materie letterarie. Info: Sito | Google+ | Tutti i post scritti

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.