Le spiagge di Torre San Giovanni

Se vedrete una Bandiera Blu solcare le acque di Torre San Giovanni (marina di Ugento, a soli 5 km), state tranquilli perché non avete le allucinazioni, no. Si tratta “solo” di quell’importante riconoscimento (ottenuto per più anni consecutivi) alla pulizia del suo mare, lo Ionio, che bagna la costa rocciosa a nord e sabbiosa a sud.

Se, in quella distesa azzurra, preferite tuffarvi dalla scogliera, perciò, portatevi su corso Annibale. Qui il litorale, che costeggia il rinomato lungomare, è punteggiato da alcuni chioschi che vi offriranno il meritato ristoro nelle ore più calde della giornata.

Siete tipi più fashion? Più sportivi? Più amanti del comfort? La risposta a tutte queste domande la troverete in direzione sud, come già detto, lungo le spiagge bianche e finissime. Lidi attrezzati e non, rigorosamente adagiati sui granelli di sabbia e immersi in una verde location (quella della macchia mediterranea), andranno incontro ad ogni vostra esigenza. Sono tutti “vicini di casa” fra loro, infatti, e vanno d’accordo proprio perché ognuno ha la sua “specialità”.

Per le famiglie numerose, sono ideali gli stabilimenti balneari più tranquilli, come “Lido Sabbioso”, “Il Molo” e “Bora bora”. Ampie aree parcheggio, servizio di noleggio ombrelloni, sdraio e lettini, ma anche di pedalò per portare i vostri bambini “a spasso” fra le onde. A mezzogiorno, poi, tutti di corsa al bar – trattoria del lido: gustosi piatti tipici, di mare e di terra, vi delizieranno il palato, mentre respirerete la salubre aria marina. Andate di fretta? Scegliete la famosa “frisa”, il tarallo di orzo o grano cotto al forno e condito con pomodoro, tonno, mozzarella, verdurine e…chi più ne ha più ne metta.

I giovani (dentro o fuori), invece, proseguano oltre, lungo quel litorale sud, e si fermino quando leggeranno le indicazioni per “Lido Cocoloco” e, appena affianco, “Lido Malibù”. Due stabilimenti, soprattutto il primo, davvero modaioli.

Il Cocoloco, ad esempio, oltre ad offrirvi i servizi essenziali, vi porge su un piatto d’argento, anzi dorato (quello delle sue spiagge), eleganti privée allestiti sotto grandi ombrelloni di palme. State pure comodi, tanto ci penserà il personale della struttura a servirvi gustosi aperitivi, stuzzicherie ed ottimi cocktail, il tutto da assaporare con vista sul mare. Ma, ad un certo punto della giornata, siate pronti a distogliere lo sguardo da quelle acque cristalline e a volgerlo in direzione del chiosco che, dopo le 15, si trasforma in una piccola discoteca “galleggiante”, animata dalle selezioni musicali dei migliori dj locali, oltre che dalle vostre danze scatenate.

Un mare “democratico” quello di Torre San Giovanni, dunque, proprio per tutti!

Chi è Roberta

Creativa, entusiasta, cerco di dare un'impronta personale a tutto quello che faccio. Perciò, quando scrivo di viaggi nel Salento e Puglia, provo a far venire fuori l'anima di questa terra. Svolgo anche attività giornalistica e di docenza in materie letterarie. Info: Sito | Google+ | Tutti i post scritti

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Un'antica tradizione acquaricese: l'intreccio del giunco

Leave a comment

Your email address will not be published.


*